Accade in diocesi

Proiezioni con DVD: siamo fuorilegge?

«Proiezioni con DVD: siamo fuorilegge?». E’ il titolo dell’incontro che martedì 25 ottobre alla parrocchia dell’Isolotto ha segnato l’inizio di “Dentro il cinema 2011”, il corso di formazione per animatori di cineforum e “semplici” appassionati di film, organizzato dal Centro diocesano di pastorale giovanile di Firenze in collaborazione con l’ANCCI Toscana (Associazione Nazionale Circoli Cinematografici Italiani). L’iniziativa mira ad approfondire argomenti legati al mondo cinematografico, in tutti i suoi aspetti, da quelli legali a quelli più pastorali ed educativi, con un’attenzione particolare a ragazzi e ragazze:«Da un paio di anni – dice don Alessandro Lombardi, responsabile del Centro diocesano di pastorale giovanile, nel suo intervento di saluto – abbiamo cercato di seguire la strada di percorsi formativi e di coordinamento con chi usa il cinema con i giovani. Proprio da uno di questi incontri di coordinamento sono emersi dei suggerimenti che in qualche modo abbiamo cercato di recepire con questo corso».  

Nel primo appuntamento dunque grazie a Vito Rosso, vicepresidente nazionale ANCCI, si è parlato di diritti d’autore e della proiezione legale dei dvd. Una materia delicata e complessa in cui non è facile districarsi. Il relatore ha ricordato che in realtà come le parrocchie «è forte l’esigenza di usare il cinema come momento d’incontro e di riflessione, ma allo stesso modo è molto sentita la preoccupazione di fare le cose in regola». Egli ha poi chiarito i termini del discorso precisando cosa sia la proprietà intellettuale, ad esempio, di un’opera artistica, cosa il diritto d’autore e quali le leggi che li proteggono:«La tutela – ha spiegato – consiste in una serie di diritti esclusivi di utilizzazione economica dell’opera (diritti patrimoniali dell’autore) e di diritti morali a difesa della personalità dell’autore, che nel loro complesso costituiscono il “diritto d’autore”». Quest’ultimo spetta al creatore dell’opera ed ai coautori e dura fino a 70 anni dalla morte dell’ultimo coautore. Parlando di questi argomenti spesso viene fuori la Siae, ma che cos’è? Si tratta di un ente pubblico economico che, tra le altre cose, si occupa di concedere le autorizzazioni per l’utilizzazione delle opere protette, riscuote i compensi per diritto d’autore e ripartisce i proventi che ne derivano. L’utilizzo di opere cinematografiche, anche da parte di un’associazione senza scopo di lucro (pensiamo alla classica rassegna di film organizzata da un circolo parrocchiale), rientra nel diritto d’autore e la Siae si occupa di riscuotere i “piccoli diritti musicali”. C’è poi un’altra spesa da affrontare che non è di competenza della Siae e che riguarda il diritto di noleggio, il cui relativo costo deve essere pagato alle case di distribuzione. La proiezione legale dei dvd necessita poi di un ulteriore passaggio, essere formalmente costituiti come cineclub, circoli che possono svolgere la propria attività solo per i propri soci:«E’ importante – ha aggiunto il relatore – che ci sia un’entità legale a cui sia riconducibile l’organizzazione della manifestazione, una realtà che nel proprio statuto e tra le proprie finalità istituzionali abbia quella di svolgere attività di cinema».

Vito Rosso in uno dei momenti dell'incontro

Per chi ancora avesse dubbi e domande sull’argomento è sempre a disposizione l’ANCCI che da quasi quaranta anni svolge un prezioso servizio nel dare informazioni ed assistenza per il reperimento dei diritti di noleggio (a chi si pagano?), costituzione cinecircoli, consulenze legali e fiscali, formazione degli operatori. Navigando sul sito www.anccitoscana.it troverete, per esempio, un utile vademecum sui rapporti fra circoli e Siae.  Sul sito nazionale www.ancci.it si indicano invece i passi per costituire un circolo di cultura cinematografica. 

Al termine della relazione, a testimonianza dell’interesse suscitato dall’argomento, Rosso ha risposto a tante domande del pubblico, arrivate anche via web grazie al collegamento video predisposto su Internet da Matteo Mazzoni, presidente di “Cinefiaba”  (il cinecircolo della parrocchia dell’Isolotto), che ha permesso di seguire l’incontro a distanza (una domanda è arrivata perfino dalla Sicilia):«Il nuovo ciclo “Dentro il Cinema 2011” – ha affermato Mazzoni – rappresenta un ottimo punto di incontro tra la missione di sensibilizzazione e supporto alle realtà che intendono “fare cultura ed educazione” attraverso l’immagine – prerogativa di ANCCI – e la volontà di riunire e formare quei gruppi parrocchiali che in diverso modo vogliono scoprire, approfondire gli aspetti legati alla pastorale attraverso l’utilizzo del film. Si ritroveranno dunque insieme gruppi, vivaci dal punto di vista della conoscenza e dell’utilizzo efficace dell’immagine, ma carenti di conoscenze normative in merito, con cinecircoli, assai preparati dal punto di vista teorico, ma che necessitano di approfondire gli aspetti riguardanti la preparazione di un programma di visioni o l’animazione di un cineforum. Oltre all’aspetto formativo sarà altrettanto importante mettere a contatto tali diverse realtà, così da trarre, attraverso uno scambio di esperienze ed idee, linfa vitale per migliorare il servizio svolto dai gruppi e sentirsi uniti in un comune intento: evangelizzare educando… col film».      

 
Il prossimo appuntamento è per martedì 15 di novembre alle 21,15, sempre alla parrocchia B.V.M. Madre delle Grazie all’Isolotto (via delle Mimose, 14). In questa occasione Giuliano Fontani, responsabile di Junior Cinema Toscana, parlerà di «Quali film per i ragazzi? Educare i giovani attraverso il cinema» Un’opportunità importante soprattutto per insegnanti, catechisti e genitori che vogliono avvalersi del film per fare formazione, ma desiderano saperne di più ed offrire un “servizio” migliore ad alunni o figli.

Il programma completo del corso è disponibile sulla pagina del Centro diocesano di pastorale giovanile sul sito www.firenze.chiesacattolica.it

                                                                                                                       Stefano Liccioli

                                                                                     (da “Toscana Oggi – Osservatore Toscano” 13.11.2011)

Discussione

3 pensieri su “Proiezioni con DVD: siamo fuorilegge?

  1. Especially useful….looking ahead to visiting again.

    Pubblicato da www.homesalesboston.net | 29 marzo 2014, 21:29
  2. My brother recommended I might like this website. He was totally right. This post truly made my day. You cann’t imagine simply how much time I had spent for this info! Thanks! ceggdegfcddb

    Pubblicato da Johnd710 | 18 giugno 2014, 21:48
  3. Hello! Do you use Twitter? I’d like to follow you if that would be okay. I’m undoubtedly enjoying your blog and look forward to new posts. edgdgfcckgcd

    Pubblicato da Johnk167 | 18 giugno 2014, 21:49

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: