In scena la fede!

Sulle orme di Tommaso – Il racconto e le immagini

Così hanno presentato il loro spettacolo «Sulle orme di Tommaso» ragazzi e genitori del  catechismo della parrocchia di S. Giovanni Evangelista su “Toscana Oggi – Osservatore Toscano” (12/02/2012):

 

 

«L’apostolo Tommaso è in ognuno di noi, ogni giorno siamo presi da dubbi ed incertezze, a volte ci manca il coraggio di vedere il volto di Gesù nel fratello che ci tende la mano in cerca di aiuto». E’ questo uno dei messaggi che noi, ragazzi e genitori del catechismo della parrocchia di San Giovanni Evangelista a Empoli, vogliamo comunicare con il nostro spettacolo. Non è la prima volta che, grandi e piccini insieme, ci cimentiamo con l’arte teatrale. Nel 2007 infatti abbiamo allestito e replicato tante volte un musical su Madre Teresa. Per noi il  palcoscenico non vuole essere una linea di confine, ma uno spazio in cui condividere esperienze:«La nascita di questo gruppo “Amici del Grappa” ha radici nel catechismo dei ragazzi – ricordano Antonio e Mara, catechisti –. Vivere la parola di Dio significa per noi sperimentarla nella nostra quotidianità a partire dalla realtà della nostra parrocchia. Fare teatro è senza dubbio una opportunità per “mettersi in gioco” vivere e sperimentare in prima persona la parola di Dio ed allo stesso tempo trasmetterla agli altri, divenire messaggeri del vangelo, così come noi siamo. Oggi vogliamo rileggerla attraverso la figura di un apostolo».

E’ quel Tommaso che fa presente una fragilità che Cristo conosce molto bene. E’ l’umanità che il Figlio di Dio ha voluto assumere, carne della nostra carne. E’ l’umanità che Cristo ha incontrato in Tommaso, ultimo tra gli apostoli, immagine e specchio di coloro che si perdono, si smarriscono, sono assaliti dai dubbi davanti alla solitudine, alla sofferenza, all’intolleranza o alla malattia. E noi vi proponiamo di incontrare Cristo nel volto e nelle vicende umane di tante figure contemporanee che si legano alla storia della nostra parrocchia. A cominciare da don Facibeni. Piuttosto che attori, vogliamo essere testimoni. Fratelli in Cristo; tutti assieme custodi inadeguati della storia parrocchiale che ci unisce e che ci aiuta a vivere la parola di Dio nella nostra vita.

Un’esperienza intergenerazionale la nostra, come raccontano Roberta e Michele, genitori:«Questo spettacolo “teatrale “ nasce per caso, i catechisti dei nostri figli ci hanno proposto di fare questa rappresentazione e noi genitori ci siamo “messi in gioco” insieme ai ragazzi. Ogni giorno ci ritroviamo per pianificare, provare, cantare condividiamo ogni cosa con serenità e gioia, il Signore è il regista dei nostri giorni delle nostre azioni ed emozioni». Li fanno eco Joseph e Teresa, anche loro genitori:«Buttarsi in questa “avventura teatrale”,  è stato credere che, al di là delle capacità artistiche (siamo tutti dilettanti allo sbaraglio) quello che rimarrà sarà quell’ amore nelle piccole cose che rende i nostri rapporti sempre più belli, veri e profondi».

E i ragazzi del catechismo cosa dicono di questo spettacolo? Lorenzo afferma che« comunque vada sarà un successo», Elia aggiunge:«Quando mi ritrovo con i miei amici per le prove sono molto felice questi momenti vissuti insieme a loro ed ai miei genitori rimarranno impressi nella mente , ma soprattutto nel mio cuore». Infine Gioele:«E’ stata un’esperienza difficile che mi ha messo un po’ alla prova (anche per le mille partite che ho saltato), però alla fine si sono visti i frutti».  

Il nostro parroco don Wieslaw Olfier cita le parole dei vescovi nel messaggio per la XXXIV Giornata per la Vita:«Educare i giovani a cercare la vera giovinezza, a compierne i desideri, i sogni, le esigenze in modo profondo, è una sfida oggi centrale. Se non si educano i giovani al senso e dunque al rispetto e alla valorizzazione della vita, si finisce per impoverire l’esistenza di tutti, si espone alla deriva la convivenza sociale e si facilita l’emarginazione di chi fa più fatica.                      

Molti giovani, in ogni genere di situazione umana e sociale, non aspettano altro che un adulto carico di simpatia per la vita che proponga loro senza facili moralismi e senza ipocrisie una strada per sperimentare l’affascinante avventura della vita». In questa ottica don Wieslaw ricorda che «da questo desiderio sincero di una vita vera è  nata l’esperienza del gruppo teatrale fatto dai genitori e ragazzi del catechismo della nostra parrocchia che celebra 50 anni della propria storia. Istituita il 4 novembre1961 hapotuto da subito vivere il grande evento del Concilio Vaticano II. Annunciare Cristo Risorto oggi e fino alla fine dei tempi è la grande missione della Chiesa. Nel nostro piccolo abbiamo sperimentato che la parrocchia è il luogo privilegiato dell’esperienza cristiana dove la testimonianza è il principale veicolo dell’educazione. Il messaggio dello spettacolo «Sulle orme di Tommaso» è anche questo: accogliere il dono della vita e comprendere che per viverla bene bisogna donarla».

Concludiamo con una preghiera che dà la direzione al nostro percorso:«Signore, ci hai affidato una grande missione: annunciare, attraverso il teatro, la buona notizia del tuo amore per gli uomini. Sul palco vogliamo essere strumenti nelle tue mani, voci della tua voce, sguardi del tuo sguardo. Resta accanto a noi, insegnaci a rimanere umili anche quando tutti ci applaudono e a restare gioiosi e sereni anche quando qualcuno ci critica. Fa’ di tutti noi una comunità di fratelli che, giorno dopo giorno, imparano a rispettarsi e stimarsi a vicenda scorgendo nell’altro la tua presenza divina. Signore, sceneggiatore di quel grande spettacolo che è la creazione, sii tu il regista della nostra vita, perché tutti i nostri giorni siano un canto di lode alla tua bontà. Amen».

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: