In scena la fede!

In scena la fede: la serata finale – Il racconto e le immagini

Una serata all’insegna dell’emozione, della gioia, della partecipazione calorosa ed entusiasta di moltissimi giovani: sabato 9 giugno alle 21 presso l’auditorium di Spazio Reale a San Donnino si è svolto l’evento conclusivo della rassegna teatrale “In scena la fede!” promossa dal Centro Diocesano di Pastorale Giovanile di Firenze, con la presentazione di tutti gli spettacoli realizzati e la premiazione dei vincitori. 14 realtà giovanili delle nostre parrocchie coinvolte per altrettante rappresentazioni teatrali che sono andate in scena da dicembre 2011 a maggio 2012. 

Sul palco, a presentare l’evento, la brillante presenza di Leonardo Canestrelli, speaker di Radio Toscana, che ha saputo con simpatia e professionalità condurre la lunga serata senza far mai calare l’entusiasmo e l’attenzione. Nel saluto iniziale e di apertura, don Alessandro Lombardi, responsabile del Centro  Diocesano di Pastorale Giovanile della nostra diocesi, ha sottolineato con sguardo positivo il mondo giovanile, le capacità e la ricchezza che esso porta in sé: “I giovani ci sono, eccome, e hanno voglia di essere protagonisti … capaci? Lo sono! Dobbiamo dar loro la possibilità di essere protagonisti”. Don Alessandro ha presentato il lavoro della giuria, dove l’elemento di spicco è stato la comunione, una comunione che si è respirata molto anche in scena, durante gli spettacoli. Una rassegna con dei premi, ma – ha sottolineato – “il premio, ognuno lo ha già ricevuto vivendo l’esperienza del teatro e della fede messa in scena con i propri amici e proposta agli altri. Il teatro sacro fa gruppo, crea comunione, stimola il cammino di fede”. Gli aspetti caratterizzanti la valutazione sono stati quattro: pastorale, culturale, teatrale, creativo. Maggior attenzione è stata riservata per il protagonismo dei giovanissimi, i lavori originali, l’impatto dell’attività e delle rappresentazioni sul territorio.                                                                                Per la consegna dei premi si sono alternati sul palco don Vincenzo Lo Castro, referente locale FederGAT; Andrea Fagioli, direttore di Toscana Oggi; il rappresentante della Fratres provinciale Guido Damiani, e don Francesco Todaro per il Centro Culturale San Paolo di Firenze. La loro presenza ha significato un ulteriore segno di vicinanza da parte di quelle realtà che hanno accompagnato la rassegna in veste di partner del Centro di Pastorale GiovanileDopo il discorso iniziale di don Alessandro, sono stati chiamati i vari gruppi e presentati i loro spettacoli attraverso video clip; ad intervallare le presentazioni, l’annuncio delle diverse nomination e le rispettive premiazioni.                                                                             “Quando il presentatore ha nominato le quattro candidate al premio, non volevo credere alle mie orecchie, figuriamoci quando ha proclamato il nome della vincitrice del 1° premio … era il mio! Ho avuto un tuffo al cuore, ero emozionatissima, mi tremavano le gambe e non sapevo cosa dire. Ho provato tanta gioia!”, racconta Noemi.               “Una serata favolosa, bellissima”, commenta Angelo Giamberini, regista del “Forza venite gente” che è andato in scena all’Isolotto. “E’ bello vedere questa carrellata di volti di ragazzi, scoprire la ricchezza che c’è in tanti giovani capaci di fare teatro e di lanciare così un messaggio. E’ stato merito della rassegna farli uscire allo scoperto. E’ stato un grande lavoro, ma ha creato una forte unione tra i ragazzi e questo è uno degli aspetti di maggior soddisfazione. I premi? Un riconoscimento al lavoro di tutti, uno stimolo a non disperdere quanto fatto, per riproporlo, rifarlo insieme”. “Non me lo aspettavo, però è stato bellissimo!”, commenta Arianna. “Faccio danza da tanti anni e mi dà tanta soddisfazione. Se ho vinto questa menzione speciale è grazie a tutto il gruppo del Dance Musical e a quello di ORAgiovani nei quali sono inserita. E’ stato bello realizzare qualcosa tutti insieme”. “Una serata molto bella”, continua Sara Bracali, “un momento di gioia pura, di unione, un modo per valorizzare i giovani e dar loro voce, far risuonare l’eco positivo di un impegno. Stasera c’è un clima di comunione forte. Si respira un clima di Chiesa, di Chiesa giovane, disponibile a rinnovarsi in una modalità di nuova evangelizzazione che raggiunga tutti. Anche la presenza del Vescovo qui tra noi è importante”.                                                                                   Il Vescovo Ausiliare di Firenze, Mons. Claudio Maniago, era infatti in platea e ha rivolto a tutti i presenti  alcune parole prima della consegna del premio finale. “Con questa iniziativa abbiamo messo in scena una ricchezza enorme”, ha detto; “una ricchezza che abbiamo nelle nostre parrocchie. Il teatro, una finzione? Noi lo abbiamo messo nel campo della realtà e della gioia!”        Un clima davvero di gioia in sala, dove si sono raccolte per la serata più di 600 persone. Applausi, silenzi trepidanti e grida esultanti ad ogni nomination, battiti di mani, voci di gioia si sono alternati nel corso della serata. “Abbiamo sentito gli applausi di tutti e per tutti”, sottolinea ancora Angelo. “C’era clima di competizione in sala, ma tutti hanno condiviso il risultato degli altri. Altro grande merito che non andrà disperso”. Una menzione speciale a sorpresa anche a Stefano Liccioli in quanto ideatore della rassegna! “Una serata molto bella, un sabato diverso per i nostri giovani riuniti qui a festeggiare la fede! Vogliamo dire un grande grazie a don Alessandro, Stefano, Anna e a tutti quelli che hanno contribuito alla realizzazione di questo evento”, dice Fabrizio Fabbri, regista di Don Bosco. “E’ stata una bella soddisfazione, i ragazzi tornano a casa contenti e questa è la cosa più importante”, continua Cristina. “L’esperienza è stata vissuta con spirito di gruppo e di grande comunione”.                                                   Con questa iniziativa si sono rafforzati i rapporti all’interno dei gruppi parrocchiali, sono nate anche amicizie e contatti, spinte a ripercorrere le strade dei Santi rappresentati in scena e sicuramente anche tanti stimoli nuovi nel cammino di fede dei giovani attori. “Un grazie dunque va al Signore che ha permesso questa bellissima esperienza”, conclude don Alessandro.

                                                                                                                                 Elena Verdiani                       (da “Toscana Oggi – Osservatore Toscano” 17.06.2012)

Discussione

2 pensieri su “In scena la fede: la serata finale – Il racconto e le immagini

  1. CHIARA LUCE..E’ ENTRATA DA SUBITO NEI NOSTRI CUORI DURANTE IL NOSTRO PELLEGRINAGGIO….CI PIACEREBBE TANTO PORTARE..” LUCE NEL MONDO ” NEL TEATRO DELLA NOSTRA PARROCCHIA ” SANTUARIO DELLA MADONNA DEI MIRACOLI ” DI CARNAGO PROV. DI VARESE IL NOSTRO TEATRO VI PUO’ OSPITARE CON GRANDE GIOIA…..<3<3<3 GRAZIE CHIARA LUCE TI ADORIAMO..<3<3

    Pubblicato da Pignatti Claudia | 23 settembre 2012, 21:11
  2. Ciao Claudia…Non faccio parte della compagnia che ha messo in scena “Passi di Luce”, ma ti ringrazio per il tuo interesse per uno spettacolo fatto dai giovani della diocesi di Firenze…Segnaliamo l’invito alla responsabile della compagnia!

    Pubblicato da Stefano | 30 settembre 2012, 14:18

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: