Accade in diocesi, Anno della Fede

Cresimati e cresimandi, in 500 a Roma

«Le parole del Papa restano nel cuore»

CDG.Annusfidei.Cresimandi e cresimati.20130427-28.Manifesto bisGuance rosse per il sole, volti sorridenti, altri reclinati sui seggiolini dell’autobus per la stanchezza dopo una giornata intensa, ma bella, che ha portato tantissimi ragazzi a Roma per l’incontro dei cresimandi e cresimati con il Papa nell’anno della fede: un’immagine che accomuna il rientro dei molti pellegrini in pullman e gruppi partiti da diverse parrocchie della diocesi di Firenze: Fibbiana, S. Giovanni Evangelista a Empoli, S. Maria a Ripa, Castelfiorentino, Petrazzi, San Jacopino, S. Colombano, S. Giuliano a Settimo, S. Quirico a Legnaia e forse anche altri, fra gli oltre 500 fiorentini presenti. “Era importante rispondere all’invito del Papa che ha riunito in piazza San Pietro decine di migliaia di giovani”, commenta Lorenzo, 14 anni, di Castelfiorentino. “Dio ci chiama a lui tutti i giorni, a noi tocca rispondere prontamente cogliendo le occasioni -come questa- che ci offre!”. Settantamila gli iscritti alla Giornata, ma si parla di una presenza in piazza di oltre 100.000 fedeli. “La quantità di persone che ci sono mi colpisce”, aggiunge Tommaso, “sono segno di una forte presenza di Dio nella comunità”. “Siamo partecipi di un evento senza orizzonti, dove condividiamo tutti lo stesso amore cristiano”, commentano alcuni genitori.
Alcuni sono giunti a Roma già da sabato, come i ragazzi della parrocchia di San Quirico a Legnaia, che hanno vissuto la tappa della preghiera alla tomba dell’apostolo Pietro, oltre ad aver avuto l’opportunità di visitare alcuni monumenti importanti della città. “Con una guida siamo entrati in basilica e abbiamo recitato il credo all’Altare della Confessione”, spiegano Gabriele, Marialuna, Valentina, Gabriele e Clarissa. “I momenti più faticosi? Le attese e le file. Quello più bello? Poter vedere il Papa!”. Invece Chiara e Andrea, 12 anni, di Empoli, venuti insieme ad altri coetanei, genitori, catechisti e al parroco, don Donato, sono partiti domenica mattina molto presto. “Siamo 187!”, dicono, orgogliosi di una così bella e numerosa rappresentanza. “Il nostro desiderio è di vedere Papa Francesco! Oggi per noi è un’esperienza unica”, commentano, mentre raggiunta la piazza già gremita di gente, cercano un luogo vicino al corridoio centrale per poter vedere bene il passaggio del pontefice. Anche dalla piccola parrocchia di Petrazzi è venuto a Roma una bel gruppetto di giovani, contenti di essere qui: “Siamo venuti in tanti oggi insieme al nostro parroco, don Razvan, e agli altri ragazzi della parrocchia di Santa Verdiana!”.
La celebrazione, introdotta dal saluto di Mons. Rino Fisichella, Presidente del Pontificio Consiglio per la promozione della nuova evangelizzazione, ha riunito giovani da diverse nazioni del mondo: Congo, Brasile, Nigeria, Italia, Madagascar, Francia, India, e molte altre, ricordate tutte prima della celebrazione.
“Il momento più bello della giornata”, continua Lorenzo, “è stato proprio quello di vedere la piazza gremita di gente; in ogni angolo ovunque ci si girasse c’erano persone che pregavano, sorridevano e si sentivano unite. Pregare già di per sé è bello, ma in piazza San Pietro insieme al Papa è ancora meglio!”.
Nell’omelia papa Francesco ha evidenziato alcuni pensieri sui quali ha invitato tutti a riflettere: Gesù è colui che porta una novità nella nostra vita, ma una novità diversa dalle quelle mondane che passano; Gesù ci è vicino nelle difficoltà, nelle tribolazioni che fanno parte della strada da percorrere per giungere alla gloria di Dio – e per questo l’invito a non scoraggiarsi-; Dio come nostra forza, come Colui con il quale è possibile fare cose grandi e da cui ricevere il coraggio.
Qualcuno di questi giovanissimi è la prima volta che partecipa all’Eucaristia qui a San Pietro, come Martina, che ha ricevuto la Cresima l’anno scorso, per altri no, ma la gioia è la stessa, “anche più profonda”, spiega Noemi, che ha accompagnato con la famiglia la sorella Diletta, che si sta preparando alla Cresima. “Era dal giubileo che non partecipavo alla messa in piazza San Pietro. Sono certa che le parole del Papa, che ha invitato soprattutto i giovani ad andare controcorrente, mi resteranno sempre nel cuore”.
“Questa giornata è stata molto bella, perché ha fatto capire a noi cresimati l’importanza del sacramento che abbiamo ricevuto e a chi lo sta per ricevere ha ricordato che deve prendere sul serio il passo che sta per compiere”, commenta Giulio.
Dopo l’omelia del Papa, racconta Irene, “abbiamo assistito alla Cresima di alcuni ragazzi”, in tutto 44 persone provenienti dai cinque continenti del mondo. “Oggi ho compreso meglio l’importanza della Cresima e ho capito che la fede è veramente qualcosa di importante nella nostra vita”, dice Alessia.
Annus Fidei.Cresimandi e Cresimati.Roma.20130421Dopo la S. Messa ed il Regina Coeli, il Papa è passato tra i fedeli per salutarli. “E’ stato il momento più bello della giornata”, scrive Mirya, lasciando un commento al rientro a casa, sul pullman. “Per la prima volta abbiamo visto di persona Papa Francesco ed è stata un’emozione immensa!”, aggiungono Alessandra e Valentina.
Nonostante la lunga fila di attesa sotto il sole per entrare, anche il pomeriggio di festa in aula Paolo VI è piaciuto molto ai ragazzi: gioioso, coinvolgente, partecipato, caratterizzato da numerose testimonianze, da canti e coreografie, dove continuava a risuonare l’invito ad essere testimoni di Gesù senza paura. “La speranza della Chiesa siete voi!”.
“E via da qui ognuno sarà testimone della carità”, si è poi cantato, con l’incoraggiamento ad un impegno da assumersi concretamente, l’impegno ad essere testimoni non solo “per raccontare qualcosa”, ma per fare della propria stessa vita il racconto di una esistenza nuova, animata dallo Spirito Santo, da vivere come protagonisti nella Chiesa e per la Chiesa.

Elena Verdiani
Toscana Oggi 5 maggio 2013 – L’Osservatore Toscano, pag. II

Annunci

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: