In scena la fede!

Un sari bianco e blu, niente di più – Il racconto e le immagini

S.L.

«Un sari bianco e blu…Niente di più». E’ il titolo dello spettacolo che venerdì 23 maggio alle 21,00 gli alunni della scuola media dell’Istituto Salesiano dell’Immacolata hanno messo in scena nella vicina Sala Esse. Questa rappresentazione, che partecipa al concorso promosso dalla pastorale giovanile diocesana “In scena la fede”, costituisce la conclusione del lavoro svolto durante l’anno dal laboratorio musico-teatrale. Un gruppo di venticinque ragazzi e ragazze che, coordinati dal regista Raoul Gallini, dall’insegnante d’educazione musicale Stefano Cheli, dalla coreografa Sara Calderai, porterà sul palco, tra canti e danze, alcuni momenti della vita di Madre Teresa di Calcutta.

«Prima d’intraprendere questo progetto – ci ha detto il regista Gallini – mi sono domandato:“Come fare ad avvicinarsi ad un personaggio come Madre Teresa così carismatico, così grande, così umile che ha dedicato la sua vita agli ultimi della Terra? Come descrivere la figura, le opere, l’ impegno di chi ha lasciato all’umanità un’eredità così importante di amore e carità? Si è così cercato di individuare, come dei flash fotografici, alcuni momenti della vita di Madre Teresa, partendo dalle profonde riflessioni interiori che l’hanno portata alle svolte decisive del suo essere nel mondo, a fondare, ad esempio, un suo ordine religioso, ad abbracciare la povertà come stile esistenziale per immedesimarsi con i poveri e gli emarginati». Sono stati dunque messi in risalto valori come la carità, la bontà, l’accoglienza di questa piccola grande donna, il suo essere “matita di Dio”, senza dimenticare le sue inquietudini, le sue debolezze ed i suoi dubbi.

Particolarmente curato anche il lato artistico dello spettacolo, un bella fusione di musica, danza, recitazione e canto che ha saputo valorizzare i talenti di ragazzi e ragazze. L’attività teatrale è una proposta consolidata all’interno dell’offerta formativa della scuola, proprio perché il teatro ha grandi potenzialità educative, riesce, ad esempio, a veicolare messaggi in chi recita ed in chi assiste.

In un mondo come il nostro che spesso esalta l’apparenza, gli alunni dell’Istituto Salesiano dell’Immacolata vogliano sottolineare, attraverso questa rappresentazione, l’importanza della semplicità e dell’essenzialità attraverso una persona, come Madre Teresa, che ha avuto come segno identificativo solo un sari bianco e blu, niente di più. «Abbiamo voluto – conclude Gallini – avvicinare la figura della Madre dei Poveri agli alunni, ma anche a tutti quelli che verrano a vederci».

S. L.

                                                          (da “Toscana Oggi – L’Osservatore Toscano” – 25/05/2014)

                                                                                  Foto: Anna Zucconi

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: